IL CDA DI ELICA S.p.A. APPROVA LE INFORMAZIONI PERIODICHE AGGIUNTIVE DEL
QUARTO TRIMESTRE E I RISULTATI CONSOLIDATI PRECONSUNTIVI 2019

RICAVI A +5,8% E MARGINI IN AUMENTO NEL 4Q 2019
CONFERMATO IL TREND POSITIVO DELLE VENDITE A MARCHIO PROPRIO
55% DEI RICAVI COOKING

POSIZIONE FINANZIARIA NETTA IN SOSTANZIALE MIGLIORAMENTO GRAZIE ALLA
GENERAZIONE DI CASSA E AI MINORI INVESTIMENTI IN CAPEX

Principali risultati consolidati preconsuntivi dell’esercizio 2019:

• Ricavi: 480 milioni di Euro (+5,8% nel 4Q 2019 a 124,1 milioni di Euro), +1,6% rispetto all’esercizio 2018 (+0,3% al netto dell’effetto cambio). Continua la crescita del segmento Cooking in aumento del 2,5% (+4,2% nel 4Q 2019). Il segmento Motori ha registrato un
significativo incremento nel 4Q (+17,5%). La variazione complessiva rispetto al 2018 (-4,4%) risente tuttavia dell’andamento negativo del primo semestre dell’anno, in particolare nel mercato turco;
• Prosegue il trend positivo delle vendite di prodotti a marchi propri, in crescita del 10% (+11,7% nel 4Q 2019), guidati, in particolare, dal mercato EMEA. Nell’ultimo trimestre dell’anno l’incidenza delle vendite relative ai marchi propri sul totale dei ricavi Cooking è
aumentata ulteriormente fino ad attestarsi al 55% (nel terzo trimestre 2019 era pari al 53%). Nel 2019 l’incidenza dei ricavi a marchi propri è complessivamente pari al 52% (vs 49% del 2018). Il fatturato OEM, nonostante i segnali di ripresa nel secondo semestre in EMEA, nel 2019 risente ancora dell’andamento negativo del mercato nordamericano;
• EBITDA normalizzato1: 45 milioni di Euro (incluso effetto IFRS 16 per 3,4 milioni di Euro), in aumento del 12,7% rispetto ai 40 milioni di Euro del 2018; il margine sui ricavi sale al 9,4% dall’8,5% dell’esercizio precedente. Al netto dell’effetto IFRS 16, il margine sui ricavi nel 4Q sale al 9,1% (11,3 milioni di Euro) rispetto al 9,0% (10,5 milioni di Euro) del 4Q 2018 (+7,4%);
• EBIT normalizzato1: 19,6 milioni di Euro (19,8 milioni di Euro nel 2018) con un margine sui ricavi al 4,1% (4,2% nel 2018). Nel 4Q 2019, l’EBIT è stato pari a 5,7 milioni di Euro (4,6% dei ricavi);

• Risultato Netto di Pertinenza del Gruppo (al netto delle minorities per 4,4 milioni di Euro) pari a 3,02 milioni di Euro, in significativa crescita rispetto alla perdita di 0,96 milioni di Euro del 2018;
• Posizione Finanziaria Netta3: -47,2 milioni di Euro (escluso l’effetto IFRS 16 per -11,8 milioni di Euro) rispetto ai -56,3 milioni di Euro del 2018, in miglioramento grazie alla positiva generazione di cassa e al contenimento degli investimenti.

Milano, 13 febbraio 2020 – Il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A., capofila del Gruppo leader mondiale nella produzione di cappe aspiranti da cucina, riunitosi oggi a Milano, ha approvato le informazioni periodiche aggiuntive relative al quarto trimestre 2019, redatte secondo i principi contabili internazionali IFRS e ha preso visione dei risultati consolidati preconsuntivi 2019.

***

“Siamo molto soddisfatti dei risultati del 2019 che sono in linea con le attese del mercato sia in termini di ricavi che di marginalità e vedono una generazione cassa al di sopra delle aspettative”. – ha dichiarato Mauro Sacchetto, Amministratore Delegato di Elica.– “Nella seconda parte del 2019 il Gruppo ha vissuto un processo di riorganizzazione interna a supporto del rilancio del prossimo triennio. Prevediamo un ulteriore miglioramento di tutti gli indicatori economico-finanziari in particolare del margine operativo oltre che nella generazione di cassa, grazie anche a un ribilanciamento dell’incidenza degli investimenti sui ricavi.
Dal punto di vista del business ci attendiamo che il lancio dei nuovi prodotti in occasione di Eurocucina, ad aprile 2020, dia un’ulteriore accelerazione alla crescita sia in Europa sia nei mercati per noi in via di espansione, con particolare riferimento al Nord America e Asia Pacific”.

***

Analisi della Gestione Economica del gruppo Elica

Nel 2019 Elica ha realizzato Ricavi consolidati pari a 480 milioni di Euro +1,6% rispetto allo stesso periodo del 2018 (+0,3% a cambi costanti).

Prosegue il trend negativo di mercato e si registra una riduzione della domanda mondiale del segmento cappe stimata a -0,8%4 nel 2019, caratterizzata da un miglioramento nel quarto trimestre dell’anno. Persiste, in particolare, il trend negativo in Nord America (-2,1%), mentre si evidenzia una leggera ripresa
in America Latina (+0,6%). Risultano in flessione anche le regioni asiatiche (-1,2%) dove, a fronte di una crescita in India, favorita dall’aumento della spesa pubblica e dall’aumento dei consumi, si assiste ad una riduzione della domanda cinese. Il mercato EMEA risente ancora delle dinamiche legate al mercato turco, mentre si registra una crescita in Francia e UK.

Le vendite a marchi propri hanno evidenziato un’ulteriore crescita nel 2019, +10% (+8,5% a cambi costanti) in accelerazione nel quarto trimestre a +11,7% (+9,6% a cambi costanti), grazie, in particolare, alle regioni EMEA e India. Complessivamente si registra anche un aumento dell’incidenza delle vendite a
marchi propri sul totale del segmento Cooking che nel 2019 si attestano al 52% del fatturato totale (55% nel quarto trimestre 2019).

I ricavi OEM hanno registrato una riduzione del 4,5% rispetto all’esercizio precedente (-6,1% a cambi costanti) influenzati, in particolare, dal rallentamento del mercato americano, nonostante i segnali di ripresa registrati nel secondo semestre in EMEA

Il segmento Motori, che rappresenta il 13% del fatturato totale, ha registrato un significativo incremento nel
quarto trimestre dell’anno (+17,5% rispetto al quarto trimestre 2018). La variazione complessiva rispetto al
2018 (-4,4%) risente tuttavia dell’andamento negativo del primo semestre dell’anno, in particolare nel
mercato turco.

L’EBITDA normalizzato, incluso l’effetto IFRS 16, è pari a 45 milioni di Euro in aumento del 12,7% rispetto al 2018 (40 milioni di Euro), con un margine sui ricavi del 9,4%. Al netto dell’effetto IFRS 16, l’EBITDA normalizzato è pari a 41,6 milioni di Euro, con un margine sui ricavi dell’8,7% (8,5% nel 2018). La normalizzazione del risultato 2019 è pari a circa 2,6 milioni di Euro e si riferisce all’onere straordinario legato alla sostituzione del precedente Amministratore Delegato (1,3 milioni di Euro) e a costi di ristrutturazione (1,3 milioni di Euro). La normalizzazione del risultato 2018 era riferita all’accantonamento di circa 10,2 milioni di Euro riconducibile principalmente alla situazione di insolvenza della ex controllata tedesca Exklusiv-Hauben Gutmann GmbH.

Nel quarto trimestre 2019, al netto dell’effetto IFRS 16, il margine sui ricavi sale al 9,1% (11,3 milioni di Euro) rispetto al 9% (10,5 milioni di Euro) del quarto trimestre del 2018.

L’EBIT normalizzato è pari a 19,6 milioni di Euro sostanzialmente in linea rispetto ai 19,8 milioni di Euro del 2018, nonostante l’effetto dei maggiori ammortamenti legati all’importante piano di investimenti a supporto dello sviluppo della nuova gamma prodotti lanciata nel 2017 e 2018.

Nel quarto trimestre 2019, il margine operativo è pari al 4,6% dei ricavi (5,7 milioni di Euro) rispetto al 4,7% (5,5 milioni di Euro) del quarto trimestre 2018.
L’incidenza degli elementi di natura finanziaria si assesta a -5,1 milioni di Euro in aumento di circa 1 milione di Euro rispetto al 2018, di cui 0,3 milioni di Euro per l’impatto della prima applicazione dell’IFRS 16 e 0,6 milioni di Euro per la svalutazione della partecipazione no core in una società immobiliare collegata al Gruppo.

Il Risultato Netto è pari a 7,4 milioni di Euro in forte aumento rispetto a 2,3 milioni di Euro del 2018. Le Minorities pari a 4,4 milioni di Euro rispetto a 3,3 milioni di Euro del 2018 riflettono principalmente la riduzione della partecipazione del Gruppo nella Joint Venture indiana a settembre 2018 (dal 51% al 25,5%). Il Risultato Netto di Pertinenza del Gruppo è pari a 3,05 milioni di Euro in significativa crescita rispetto alla perdita di 0,96 milioni di Euro del 2018.

Analisi della Gestione Patrimoniale e Finanziaria del gruppo Elica

La Posizione Finanziaria Netta al 31 dicembre 2019, al netto dell’effetto IFRS 16 di 11,8 milioni di Euro, è pari a -47,2 milioni di Euro, rispetto ai -56,3 milioni di Euro del 31 dicembre 2018. Il miglioramento è principalmente attribuibile al flusso di cassa della gestione operativa (pari a 39,1 milioni di Euro nel 2019 sostanzialmente in linea con l’anno precedente) e ai minori Capex (-21,2 milioni di Euro rispetto ai -27,8 milioni di Euro del 2018).

L’incidenza del Managerial Working Capital sui ricavi annualizzati si assesta al 3,7% al 31 dicembre 2019, invariata rispetto alla percentuale al 31 dicembre 2018.

Fatti di rilievo del 2019 e successivi

• In data 30 gennaio 2019 ai sensi dell’art. 2.6.2, comma 1, lett. b) del Regolamento dei Mercati Organizzati e Gestiti da Borsa Italiana S.p.A., Elica S.p.A. ha comunicato il proprio Calendario annuale degli eventi societari per l’anno 2019.
• In data 12 febbraio 2019 il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A. ha approvato le informazioni periodiche aggiuntive relative al quarto trimestre 2018, redatte secondo i principi contabili internazionali IFRS e i risultati consolidati preconsuntivi 2018.
• In data 27 febbraio 2019 Elica S.p.A. ha comunicato di aver definito insieme alla società controllata Elica GmbH un accordo transattivo con la società Exklusiv-Hauben Gutmann GmbH (“Gutmann”) in insolvenza, con i rappresentanti della curatela di questa e con il socio unico della stessa Manuel
Fernandez Salgado a cui la società era stata ceduta nell’agosto 2017. L’accordo è stato approvato in pari data dal comitato dei creditori della procedura di insolvenza di Gutmann e dall’Amministratore dell’insolvenza assumendo efficacia vincolante tra le parti. Il Consiglio di Amministrazione di Elica
S.p.A., considerata l’opportunità di definire le reciproche posizioni relative alla dichiarazione di insolvenza della Exklusiv-Hauben Gutmann GmbH e di scongiurare eventuali maggiori rischi derivanti dalle pretese avanzate e dai contenziosi minacciati nei confronti della Elica S.p.A. e della Elica GmbH, aveva valutato la proposta di interesse della Società e conferito mandato all’Amministratore Delegato per la relativa eventuale definizione. Nel quadro complessivo
dell’accordo ed a tacitazione delle reciproche spettanze e pretese, Elica S.p.A ha riconosciuto alla Gutmann 2,6 milioni di Euro, di cui 800 mila Euro da corrispondersi entro tre settimane dalla conclusione dell’accordo, 1,7 milioni di Euro per il tramite della cessione alla Gutmann di parte del
credito vantato dalla Elica S.p.A. nei confronti di Manuel Fernandez Salgado per il trasferimento delle azioni della Gutmann medesima, nonché ulteriori 100 mila Euro, integralmente compensati con quanto da corrispondersi dalla Gutmann per il ritrasferimento dei marchi “Gutmann” acquisiti
da Elica S.p.A. nel 2017. Manuel Fernandez Salgado resterà obbligato a corrispondere alla Elica S.p.A. il residuo importo di 800 mila Euro, dovuto per il trasferimento delle azioni della Gutmann (il totale del credito era 2,5 milioni di Euro). Tale obbligazione potrà essere estinta corrispondendo ad
Elica S.p.A. l’importo di 200 mila Euro entro il 28 febbraio 2020, a saldo e stralcio dell’intera sua posizione debitoria. Per completezza di informazioni, si precisa che Elica S.p.A. ha, inoltre, acconsentito a provvedere al pagamento della garanzia prestata nel 2015 a favore della società
proprietaria dell’immobile locato dalla Gutmann, di 1,65 milioni di Euro, ammontare peraltro già accantonato nei conti della Società, e a corrispondere gli importi derivanti dai debiti commerciali sorti nei confronti della Gutmann GmbH dopo la cessione della Società e precedentemente alla dichiarazione di insolvenza della stessa, legati all’attività ordinaria di business e pari a circa 0,5 milioni Euro, finora bloccati in via prudenziale da Elica S.p.A..  Elica S.p.A. ha svalutato il credito commerciale vantato in precedenza alla cessione per 6,8 milioni di Euro, nel bilancio 2018. Tale operazione ha inteso chiudere definitivamente ogni pendenza tra le due società e ha inteso escludere ulteriori prevedibili effetti sui conti futuri.

• In data 7 marzo 2019 il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A. ha approvato i risultati consolidati al 31 dicembre 2018, il Progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2018 – redatti secondo i principi contabili internazionali IFRS – e la Relazione sulla Gestione.

• In data 18 aprile 2019 l’Assemblea degli Azionisti di Elica S.p.A, riunitasi in seduta ordinaria, ha approvato i seguenti punti all’ordine del giorno:

• Bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2018 di Elica S.p.A.: Relazione degli Amministratori sulla Gestione; Relazione del Collegio Sindacale; Dichiarazione non Finanziaria; Relazione della Società di revisione. L’Assemblea dei Soci ha, altresì, preso atto dei risultati consolidati realizzati nel corso
dell’esercizio 2018.

• Piano di Phantom Stock & Coinvestimento Volontario 2019-2025: l’Assemblea ha inoltre deliberato l’adozione di un piano di incentivazione basato su phantom stock per il periodo 2019-2025 (il “Piano di Phantom Stock & Coinvestimento Volontario 2019-2025”), ai termini e condizioni indicati nel Documento Informativo, nonché di conferire al Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A., con espressa facoltà di subdelega, ogni più ampio potere per dare completa ed integrale esecuzione al detto piano. La Relazione illustrativa degli Amministratori all’Assemblea degli Azionisti sulla proposta di istituzione del Piano di Phantom Stock & Coinvestimento Volontario 2019-2025 corredata dal Documento Informativo redatto in conformità a quanto previsto
dall’Allegato 3A, Schema 7 del Regolamento Emittenti, è stata pubblicata in data 18 marzo 2019 ed è a disposizione del pubblico, presso la sede sociale, nonché presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato 1Info, all’indirizzo www.1info.it e disponibile sul sito internet https://elica.com/corporation/it/investor-relations/assemblea-azionisti

• Relazione sulla Remunerazione: In conformità a quanto previsto dall’art. 123 ter, comma 6, del D.Lgs. 58/1998, l’Assemblea ordinaria degli azionisti di Elica S.p.A., preso atto di quanto contenuto nella Relazione sulla Remunerazione, depositata in data 27 marzo 2019 e a disposizione del
pubblico sul sito internet della Società https://elica.com/corporation/it/investor-relations/bilanci-erelazioni nonché presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato 1Info, all’indirizzo www.1info.it, ha deliberato in senso favorevole sulla prima sezione della stessa. L’esito del voto sarà posto a disposizione del pubblico ai sensi e nei termini dell’articolo 125 quater, comma 2, del medesimo decreto.

• Acquisto di azioni proprie e compimento di atti di disposizione sulle medesime: l’Assemblea ha inoltre deliberato l’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie ed al compimento di atti di disposizione sulle medesime, ai sensi degli articoli 2357 e 2357-ter del Codice civile, al fine di dotare
la Società di un importante strumento di flessibilità strategica ed operativa. La nuova autorizzazione è stata preceduta dalla revoca della precedente, concessa in data 27 aprile 2018. L’autorizzazione concessa in data 18 aprile 2019 ha per oggetto l’acquisto delle azioni ordinarie della Società entro il limite massimo del 20% del capitale sociale, pari a n. 12.664.560 azioni ordinarie, ed è stata rilasciata per un periodo di 18 mesi a decorrere dalla data in cui l’Assemblea ha adottato la relativa delibera; mentre l’autorizzazione alla disposizione è stata rilasciata senza limiti temporali.

• In data 7 maggio 2019 il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A. ha approvato i risultati consolidati del primo trimestre 2019 redatti secondo i principi contabili internazionali IFRS. Il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A. ha approvato in pari data le linee guida FY2019, in base alle quali sono previsti ricavi in crescita e rafforzamento dei margini.

• In data 8 luglio 2019, il Consiglio di Amministrazione ha nominato Mauro Sacchetto nuovo Amministratore Delegato di Elica S.p.A.. La nomina è avvenuta, in conformità al piano di successione adottato dalla Società, al termine di un processo di selezione, su proposta del Comitato per le Nomine e per la Remunerazione ed in linea con il suo parere, previa approvazione del Collegio Sindacale. Dopo aver ricoperto la carica di Chief Executive Officer da Novembre 2016, Antonio Recinella e la Società̀ hanno valutato di comune accordo che siano maturate le condizioni per avviare una transizione della leadership. L’accordo transattivo per la cessazione dei rapporti con il Dr. Recinella, che ha natura novativa, è stato approvato in pari data dal Consiglio di Amministrazione della Società, con il parere favorevole del Comitato Nomine e Remunerazione, del Comitato Controllo, Rischi e Sostenibilità (facente funzione del Comitato Parti Correlate). L’accordo prevede il riconoscimento di una indennità̀ complessiva pari a 1,280 milioni di Euro lordi che verranno
corrisposti entro la fine di luglio 2019 a condizione della conferma dell’accordo in sede protetta. L’accordo prevede altresì il mantenimento di alcuni benefits al più tardi fino al 31 dicembre 2019; non sono previsti benefici o diritti successivi.

• In data 24 luglio 2019 Elica S.p.A. ha comunicato di aver siglato un accordo per la cessione di n. 1.275.498 azioni proprie pari al 2,014% del capitale a TIP – Tamburi Investment Partners S.p.A., investment / merchant bank indipendente e diversificata quotata al segmento STAR di Borsa Italiana, ad un prezzo concordato di 2 Euro per azione, per un valore complessivo di 2.550.996 Euro. Il prezzo concordato è in linea con le deliberazioni assunte dall’Assemblea dei soci del 18 Aprile 2019 in materia di disposizione di azioni proprie. Tale operazione è avvenuta in concomitanza all’acquisto da parte di TIP dell’intera partecipazione detenuta da Whirlpool EMEA S.p.A. in Elica – n. 7.958.203 azioni – pari al 12,568% del capitale sociale, a fronte del medesimo corrispettivo di 2 Euro per azione corrisposto da TIP in favore di Elica. Elica e Whirlpool manterranno inalterata la partnership commerciale, rinnovata con l’accordo
pluriennale siglato il 18 dicembre 2018. A seguito delle suddette operazioni, in data 26 luglio 2019, TIP è salita al 14,582% del capitale di
Elica S.p.A..

• In data 26 luglio 2019 – ai sensi dell’articolo 122 del TUF e dell’articolo 129 del Regolamento Emittenti, in data 24 luglio 2019, FAN S.r.l. con sede in Roma via Parigi n. 11 e TAMBURI INVESTMENT PARTNERS S.p.A. con sede in Milano via Pontaccio n. 10, hanno sottoscritto un accordo avente ad oggetto parte delle azioni ordinarie di Elica S.p.A., nonché, inter alia, alcune disposizioni in merito alla governance di Elica S.p.A. (le “Pattuizioni Parasociali”). Le informazioni essenziali relative alle Pattuizioni Parasociali sono pubblicate ai sensi dell’articolo 130 del Regolamento Emittenti sul sito internet di Elica S.p.A., https://elica.com/corporation/it/corporategovernance/altri-documenti nonché sul sito internet del meccanismo di stoccaggio autorizzato “1INFO” all’indirizzo www.1info.it , a partire dalla data odierna. Si comunica, altresì, la messa a disposizione delle informazioni essenziali relative all’accordo tra TAMBURI INVESTMENT PARTNERS S.p.A. e WHIRLPOOL EMEA S.p.A., aventi ad oggetto un impegno di lock-up sulle azioni oggetto di acquisto e un impegno a non cedere tali azioni a determinati gruppi concorrenti di Whirlpool.

• In data 30 luglio 2019 – Il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A., capofila del Gruppo leader mondiale nella produzione di cappe aspiranti da cucina, riunitosi oggi a Milano, ha approvato la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2019 redatta secondo i principi contabili
internazionali IFRS.

• In data 1 agosto 2019. La Relazione finanziaria semestrale di Elica S.p.A. è stata messa disposizione del pubblico, presso la sede sociale, presso il meccanismo di stoccaggio 1INFO (www.1info.it) e sul sito internet di Elica S.p.A, https://elica.com/corporation/it/investorrelations/ bilanci-e-relazioni.

• In data 1 agosto 2019. In linea con quanto previsto dall’Avviso di Borsa Italiana n. 8342 del 6 Maggio 2013 e all’art. 6.P.2 del Codice di Autodisciplina, e con quanto deliberato dall’Assemblea degli Azionisti in data 18 aprile 2019, il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A., in data 30 luglio 2019, ha dato avvio al Piano di Phantom Stock & Coinvestimento Volontario 2019-2025, identificando i Beneficiari del ciclo di piano 2019-2021, i relativi parametri in termini di Obiettivi di performance, così come definito nel Documento informativo pubblicato in data 18 marzo 2019 e disponibile sul sito internet http://corporation.elica.com sezione Investor Relations/Assemblea Azionisti, a cui si rimanda per una dettagliata descrizione del Piano, nonché presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato 1info.

• In data 26 settembre 2019 – Il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A., capofila del Gruppo leader mondiale nella produzione di cappe e piani cottura aspiranti da cucina, ha deliberato la cooptazione di Giovanni Tamburi come Consigliere non esecutivo. La nomina è avvenuta a seguito delle dimissioni, per motivi personali, del Consigliere non esecutivo Gennaro Pieralisi. La cooptazione è avvenuta in correlazione all’operazione, comunicata in data 24 luglio 2019, con cui la Tamburi Investment Partners S.p.A. (nella quale Giovanni Tamburi ricopre il ruolo di Presidente e Amministratore Delegato) ha acquisito una partecipazione di minoranza in Elica S.p.A., tramite l’acquisto delle azioni detenute dalla Whirlpool EMEA S.r.l. e delle azioni proprie della Società. Giovanni Tamburi rimarrà in carica fino alla prossima Assemblea degli azionisti della Società. Giovanni Tamburi non detiene azioni di Elica S.p.A. a titolo personale. Il curriculum vitae del neonominato Consigliere sarà pubblicato in data odierna nel sito internet della società https://elica.com/corporation/it/corporate-governance/altri-documenti.

• In data 30 settembre Il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A., capofila del Gruppo leader mondiale nella produzione di cappe e piani cottura aspiranti da cucina, riunitosi oggi a Fabriano, ha nominato, con effetto immediato, Giulio Cocci nel ruolo di Group Chief Financial Officer, sostituendo
Alessandro Carloni. Giulio Cocci, in possesso dei requisiti previsti dalla normativa applicabile e dallo Statuto, è stato altresì nominato Dirigente proposto alla redazione dei documenti contabili, previo parere favorevole del Collegio Sindacale.

• In data 31 ottobre 2019 il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A. ha approvato i risultati consolidati dei primi nove mesi 2019 redatti secondo i principi contabili internazionali IFRS.

• In data 28 novembre 2019 Tamburi Investment Partners S.p.A. ha comunicato di aver superato in data 26 novembre 2019 la soglia del 20% del capitale sociale di Elica S.p.A..

***

Dichiarazione ex art. 154-bis, comma secondo, T.U.F.
Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Dottor Giulio Cocci, dichiara ai sensi dell’art. 154-bis, comma secondo, del D.Lgs. n. 58/98, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

***

Il Gruppo Elica, attivo nel mercato delle cappe e piani cottura aspiranti da cucina sin dagli anni ’70, presieduto da Francesco Casoli e guidato da Mauro Sacchetto, è oggi leader mondiale in termini di unità vendute. Vanta inoltre una posizione di leadership a livello europeo nella progettazione, produzione e commercializzazione di motori elettrici per cappe e per caldaie da riscaldamento. Con circa 3.700 dipendenti, il Gruppo Elica ha una piattaforma produttiva articolata in sette siti produttivi, tra Italia, Polonia, Messico, India e Cina. Lunga esperienza nel settore, grande attenzione al design, ricercatezza dei materiali e tecnologie avanzate che garantiscono massima efficienza e riduzione dei consumi, sono gli elementi che contraddistinguono il Gruppo Elica sul mercato e che hanno consentito all’azienda di rivoluzionare l’immagine tradizionale delle cappe da cucina: non più semplici accessori ma oggetti dal design unico in
grado di migliorare la qualità della vita.

***

Per ulteriori informazioni:
Investor Relations Elica S.p.A.:
Giulio Cocci – Group Chief Financial Officer
Francesca Cocco – Lerxi Consulting – Investor Relations
Tel: +39 (0)732 610 4205
E-mail: investor-relations@elica.com

Ufficio Stampa Elica S.p.A.:
Gabriele Patassi – Press Office Manager
Mob: +39 340 1759399
E-mail: g.patassi@elica.com

Image Building:
Tel: +39 02 89011300
E-mail: elica@imagebuilding.it

Definizioni e riconciliazioni

L’EBITDA è definito come utile operativo (EBIT) più ammortamenti e eventuale svalutazione di Avviamento e Marchi per perdita di valore. L’EBIT corrisponde all’utile operativo così come definito nel Conto Economico consolidato.

L’EBITDA normalizzato è definito come EBITDA al netto delle componenti di normalizzazione relative.

L’EBIT normalizzato è definito come EBIT al netto delle componenti di normalizzazione relative. Gli elementi di natura finanziaria corrispondono alla somma algebrica di Proventi ed oneri da società collegate, Proventi finanziari, Oneri finanziari, Svalutazione di attività finanziarie e Proventi e oneri su cambi.

Il Risultato di periodo normalizzato è definito come il risultato di periodo, come risultante dal Conto Economico consolidato, al netto delle componenti di normalizzazione relative.

Il Risultato di pertinenza del Gruppo normalizzato è definito come il risultato di pertinenza del Gruppo, come risultante dal Conto Economico consolidato, al netto delle componenti di normalizzazione relative.

Componenti di normalizzazione: le componenti reddituali sono considerate di normalizzazione quando: (i) derivano da eventi o da operazioni il cui accadimento risulta non ricorrente, ovvero da quelle operazioni o fatti che non si ripetono frequentemente nel consueto svolgimento dell’attività; (ii) derivano da eventi o da operazioni non rappresentativi della normale attività del business, come nel caso degli oneri di ristrutturazione. L’utile (perdita) per azione al 31 dicembre 2018 ed al 31 dicembre 2019 è stato determinato rapportando il Risultato di pertinenza del Gruppo, come definito nel Conto Economico consolidato, al numero di azioni in circolazione alle rispettive date di chiusura. Si precisa che il numero delle azioni in circolazione alla data di
chiusura del periodo è pari a 63.322.800 mentre al 31 dicembre 2018 era pari a 62.047.302.

L’utile (perdita) per azione del quarto trimestre 2018 e del quarto trimestre 2019 è stato determinato come differenza tra l’utile (perdita) per azione al 31 dicembre e l’utile (perdita) per azione al 30 settembre degli stessi anni.

Il Managerial Working Capital è definito come somma dei Crediti commerciali con le Rimanenze, al netto dei Debiti commerciali, così come risultano dalla Situazione Patrimoniale – Finanziaria consolidata.
Il Net Working Capital è definito come ammontare del Managerial Working Capital a cui si aggiunge la somma algebrica di Altri crediti/ debiti netti. Gli Altri crediti/debiti netti consistono nella quota corrente di Altri crediti e Crediti tributari, al netto della quota corrente di Fondi rischi ed oneri, Altri debiti e Debiti tributari, così come risultano dalla Situazione Patrimoniale- Finanziaria consolidata.

La Posizione Finanziaria Netta (PFN) è definita come ammontare delle Disponibilità liquide aumentate delle Altre attività finanziarie, al netto della parte corrente dei Finanziamenti bancari e mutui e dei Debiti per locazioni finanziarie e verso altri finanziatori, così come risultano dallo Stato Patrimoniale e della parte non corrente dei Finanziamenti bancari e mutui e dei Debiti per locazioni finanziarie e verso altri finanziatori così come risultano dallo Stato Patrimoniale. I debiti per locazioni finanziarie sono nulli.

La Posizione Finanziaria Netta- Incluso Impatto IFRS 16 è data dalla somma della Posizione Finanziaria Netta e dei debiti finanziari correnti e non correnti per locazioni emersi per l’applicazione dello IFRS 16, così come risultanti dallo Stato Patrimoniale.

La Posizione Finanziaria Netta -Incluso Impatto IFRS 16 e Effetto Derivati è definita come somma della posizione Finanziaria Netta – Incluso Impatto IFRS 16 e delle attività e passività per strumenti derivati, così come risultanti dallo Stato Patrimoniale. Sull’applicazione dell’IFRS 16 Leases La colonna 31-dic-19 Gaap 2018 evidenzia gli indicatori del conto economico, così come sarebbero stati se non fosse stato applicato il nuovo principio IFRS 16 riguardante la contabilizzazione dei contratti di leasing.

In questo modo si fornisce una comparazione con i dati del precedente esercizio. Gli impatti derivanti da tale applicazione riguardano le voci delle Altre spese operative e accantonamenti e gli ammortamenti, oltre ai costi finanziari. La colonna 1-gen-19 mostra l’impatto della prima applicazione dell’IFRS 16 Leases,
appunto all’inizio del periodo rappresentato.

back