CREDITO FONDIARIO NEL PRIMO TRIMESTRE
REGISTRA RICAVI PARI A 31 MILIONI DI EURO E
UTILE PRE IMPOSTE PARI A OLTRE 13 MILIONI DI EURO
 
SOLIDA POSIZIONE DI LIQUIDITÀ E CAPITALE,
CON OLTRE 400 MILIONI DI EURO DI PATRIMONIO DI GRUPPO,
CET1 SUPERIORE A 18% (TRA I PIÙ ALTI DEL SETTORE) E
OLTRE 230 MILIONI DI LIQUIDITÀ
  • Emergenza COVID-19: operatività garantita al 100% con un approccio di smart working
  • Asset Under Management (GBV) a €51,1 miliardi, distribuiti su 45 veicoli di cartolarizzazione e corrispondenti a oltre 1,2 milioni di linee di credito
  • Ricavi totali a €31 milioni (€15,8 milioni al 31 marzo 2019)
  • EBITDA a € 22,5 milioni (€8,3 milioni al 31 marzo 2019)
  • Utile lordo pari a €13,2 milioni e utile netto pari a €8,5 milioni
  • Attivo patrimoniale a €1,6 miliardi
  • Patrimonio netto a €406 milioni, con CET1 ratio pari a 18,3%, tra i più alti del settore
  • Liquidity Coverage Ratio (LCR) > 600% e Net Stable Funding Ratio (NSFR) al 133%, significativamente al di sopra dei valori minimi regolamentari
 
Roma, 22 maggio 2020 – Il Consiglio di Amministrazione di Credito Fondiario, banca leader in Italia nel settore degli investimenti e del servicing di portafogli di crediti deteriorati e capogruppo del Gruppo Bancario Credito Fondiario, ha approvato la situazione trimestrale al 31 marzo 2020[1].
Il Gruppo ha chiuso il bilancio consolidato nel primo trimestre 2020 con un utile ante imposte di €13,2 milioni (€2,8 milioni al 31 marzo 2019) e un utile netto di €8,5 milioni (€1,5 milioni al 31 marzo 2019).
Siamo soddisfatti dei risultati del primo trimestre, che riflettono stabilità e profilo di crescita della nostra attività. La banca ha generato reddito, in crescita rispetto ai dati 2019, e si presenta con un profilo di cassa e patrimoniale importante, che ci servirà per cogliere al meglio le possibili opportunità di investimento che si presenteranno nei prossimi meni. Stiamo valutando con attenzione l’impatto dell’emergenza sanitaria sui nostri portafogli, e sulle prospettive di medio-lungo termine del nostro settore, ma è ancora presto per trarre conclusioni – ha commentato Iacopo De Francisco, Direttore Generale di Credito Fondiario –. Ad oggi siamo riusciti, molto velocemente, a mettere in sicurezza tutti i nostri dipendenti e a garantire piena continuità operativa ai nostri clienti, e questa è stata la priorità. In relazione al futuro, siamo una realtà solida, con risorse e professionalità ottimali per rafforzare la nostra posizione sul mercato e continuare a operare con sempre maggiore impegno a supporto delle necessità di de-leveraging delle banche italiane”.
Il margine di interesse si presenta positivo per €20 milioni (€8,8 milioni al 31 marzo 2019), e le commissioni nette sono risultate pari a €8,3 milioni (€6,4 milioni al 31 marzo 2019), trainate principalmente dall’attività di special servicing. Il margine di intermediazione è pari a €28,8 milioni (€15,7 milioni al 31 marzo 2019), mentre i ricavi totali hanno raggiunto €31 milioni (€15,8 milioni al 31 marzo 2019). L’EBITDA del gruppo si posiziona a €22,5 milioni, in significativa crescita rispetto a € 8,3 milioni al 31 marzo 2019.
Da un punto di vista finanziario e patrimoniale, le disponibilità liquide della banca ammontano a circa €230 milioni (ulteriormente aumentate nel corso delle ultime settimane di aprile, a circa €300 milioni), il monte investimenti a circa €890 milioni. La raccolta diretta retail è pari a circa €665 milioni (diventata oltre €700 milioni nel mese di aprile), con una vita residua media pari a oltre 2 anni.
Credito Fondiario
Credito Fondiario, capogruppo del “Gruppo Bancario Credito Fondiario”, è banca leader in Italia nel settore degli investimenti e del servicing di portafogli di crediti deteriorati. L’Istituto è specializzato nell’acquisizione, finanziamento, intermediazione, gestione e servicing di crediti deteriorati e illiquidi – sia NPL che UTP. Credito Fondiario offre a banche e investitori una vasta gamma di servizi integrati in tutte le asset class del credito e dell’immobiliare: master e special servicing (con rating di S&P e Fitch), costituzione e gestione di veicoli di cartolarizzazione (inclusa la possibilità di esserne sponsor).
Per ulteriori informazioni:
 
Credito Fondiario
Daniele Biolcati
Tel. +39 337 1689124
Image Building
Cristina Fossati, Luisella Murtas, Laura Filosi
Tel. +39 02 89 011 300
back