IL CDA DI ELICA S.p.A. APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2020

PER EFFETTO DEL COVID-19 E DEL LOCKDOWN IN PARTICOLARE NEL SECONDO

TRIMESTRE DELL’ANNO RICAVI PARI A 184,2 MILIONI DI EURO (-22,8%)

RAPIDA RIPRESA DEL B2C GIA’ A PARTIRE DA MAGGIO E GIUGNO, PREVISTA IN ULTERIORE ACCELERAZIONE NEL TERZO TRIMESTRE DELL’ANNO

EBIT A BREAK-EVEN GRAZIE AL FOCUS SUL CONTENIMENTO COSTI E ALLA CRESCENTE FLESSIBILITA’ DEL MODELLO DI BUSINESS

PRODUZIONE TORNATA A PIENO REGIME DALLA SECONDA PARTE DI GIUGNO

Principali risultati consolidati del primo semestre 2020:

• Ricavi: 184,2 milioni di Euro, -22,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-22,9% al netto dell’effetto cambio). I risultati del primo semestre 2020 risultano significativamente penalizzati dal COVID-19 che ha determinato la chiusura totale o parziale degli impianti produttivi e la riduzione della domanda, a seguito delle restrizioni imposte con il lockdown. L’emergenza sanitaria globale, che ha determinato un progressivo rallentamento a partire dal mese di marzo, ha impattato in maniera ancora più significativa il secondo trimestre 2020, concretizzandosi in una riduzione dei ricavi del 40% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

• In considerazione di tale contesto, il segmento Cooking ha evidenziato una variazione complessiva del -25,2% (-19,8% vendite a marchi propri e -30,8% OEM) riconducibile principalmente al calo dei volumi nel mese di aprile, evidenziando però una rapida ripresa nei mesi di maggio e giugno grazie alle vendite a marchi propri, la cui incidenza sui Ricavi Cooking si è attestata al 54% nel primo semestre 2020. Il segmento Motori, che ha mantenuto
la produzione operativa e aveva registrato un primo trimestre in crescita, è stato penalizzato da un rallentamento della domanda a partire dal mese di marzo, che ha determinato, al 30 giugno 2020, una riduzione del -5,8% rispetto allo stesso periodo del 2019.

• Il mercato in EMEA e in Asia ha risentito in maniera meno significativa degli effetti delle progressive politiche di lockdown, grazie alla rapida ripresa, già a partire da maggio, del B2C (in particolare in EMEA e in Giappone) e ad un calo meno accentuato della divisione Motori.

• La performance sul mercato americano ha risentito più che proporzionalmente dell’effetto della pandemia a causa dei due mesi di lockdown dello stabilimento messicano.

• EBITDA normalizzato 1: 12,2 milioni di Euro, in riduzione del -42,4% rispetto ai 21,2 milioni di Euro del primo semestre 2019; il margine sui ricavi si attesta al 6,7% dall’8,9% dello stesso periodo dell’anno precedente. L’effetto negativo sui volumi è stato parzialmente compensato da un Price/Mix positivo e dal piano di contenimento costi prontamente elaborato dalla Società, che ha determinato la riduzione delle spese di SG&A di circa 7 milioni di Euro
rispetto allo stesso periodo del 2019.

• EBIT normalizzato1 a 0,1 milioni di Euro sostanzialmente a break-even nel semestre, grazie alle operazioni di contenimento costi e alla crescente flessibilità del modello di business di Elica.

• Il Risultato Netto normalizzato è negativo per 2,2 milioni di Euro in riduzione rispetto a 4,6 milioni di Euro del primo semestre 2019. Risultato Netto normalizzato di Pertinenza del Gruppo negativo per 4,1 milioni di Euro rispetto a 2,9 milioni di Euro dello stesso periodo 2019. Il risultato positivo delle Minorities, pari a 1,8 milioni di Euro, in leggera crescita rispetto a 1,7 milioni di Euro al 30 giugno 2019, riflette principalmente il buon andamento, in
particolare, del mercato giapponese dove la crisi legata al COVID-19 si è manifestata successivamente e dell’India grazie alla flessibilità del modello di business.

• Posizione Finanziaria Netta2: -74,7 milioni di Euro (escluso l’effetto IFRS 16 per -10,8 milioni di Euro) rispetto a -47,2 milioni di Euro al 31 dicembre 2019 (-62,7 milioni di Euro al 30 giugno 2019). L’incremento, parzialmente contenuto da una riduzione del Capex di circa il 50%, è principalmente attribuibile all’impatto negativo sul capitale circolante dell’emergenza sanitaria causata dal Covid 19.

• Sottoscritto, in data 29 giugno 2020, un nuovo contratto di finanziamento per 100 milioni di Euro a supporto delle esigenze di medio/lungo termine, del parziale rifinanziamento del debito esistente, nonché delle dinamiche di capitale circolante e di tesoreria di Elica e delle sue controllate. L’operazione ha visto Banca IMI e BNL Gruppo BNP Paribas nel ruolo di Global Coordinator.

• Aggiornamento COVID-19:

o Al fine di fronteggiare in maniera efficace l’emergenza COVID-19 il Gruppo Elica ha immediatamente messo in atto tutte le misure di prevenzione per la tutela dei propri lavoratori e la messa in sicurezza degli stabilimenti e ha istituito un Comitato Crisi finalizzato a monitorare l’evoluzione della situazione. Tale Comitato si riunisce periodicamente e si coordina quotidianamente con il Leadership Team.

o La Società dalla prima settimana di marzo 2020 ha operato in smartworking per tutti i dipendenti degli uffici dislocati a livello globale, riprendendo progressivamente, ove possibile, una parte di lavoro impiegatizio in presenza.

o Dal 23 aprile 2020 la Società ha avviato la riapertura, in modalità graduale, delle fabbriche nelle Marche – di Mergo e Cerreto – per le quali era stata disposta la chiusura a partire dal 24 marzo 2020, a seguito delle restrizioni imposte dal governo con il DPCM del 22 marzo 2020. Lo stabilimento di Castelfidardo (divisione Motori) invece, rientrando nei codici ATECO autorizzati a proseguire la propria attività, non è stato sottoposto a chiusura. Dal 19 aprile è operativo lo stabilimento in Polonia, dal 1 giugno lo stabilimento in Messico, mentre dal 18 maggio è attivo lo stabilimento in India.

Fabriano, 30 luglio 2020 – Il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A., capofila del Gruppo leader mondiale nella produzione di cappe aspiranti da cucina, riunitosi oggi a Milano, ha approvato i risultati consolidati del primo semestre 2020 redatti secondo i principi contabili internazionali IFRS.

***

“L’emergenza legata al COVID-19 ha mutato radicalmente lo scenario macroeconomico mondiale e il Gruppo ha visto gli impatti più significativi nel 2Q 2020. Il nostro modello di business sta comunque mostrando una significativa resilienza agli effetti della pandemia. Oltre al focus sulla sicurezza dei nostri
collaboratori e alla vicinanza alle mutate esigenze dei nostri clienti, abbiamo fatto un ottimo lavoro di contenimento costi compensando parzialmente l’effetto negativo sui volumi e mantenendo il risultato operativo leggermente positivo. La riduzione del capex di circa il 50% e il nuovo finanziamento da 100
milioni di euro rappresentano un ulteriore segnale di rapidità di esecuzione e focus sulla tutela della stabilità finanziaria del Gruppo”. Ha dichiarato Mauro Sacchetto, Amministratore Delegato di Elica. – “Ci aspettiamo una solida ripresa nel terzo trimestre in tutti i segmenti di business, trainata dallo sviluppo del
B2C e prevediamo una chiusura del 2020 in linea con le aspettative di mercato. Infine, mi preme sottolineare che, nonostante il contenimento degli investimenti, i nostri progetti strategici procedono in linea con le aspettative a supporto degli obiettivi di medio lungo termine di crescita, miglioramento dei margini e generazione di cassa”.

***

Analisi della Gestione Economica del Gruppo Elica
Nel primo semestre 2020 Elica, a causa della progressiva riduzione dei volumi di vendita registrata a partire dal mese di marzo per effetto del COVID-19 e del conseguente lockdown, ha realizzato Ricavi consolidati pari a 184,2 milioni di Euro -22,8% rispetto allo stesso periodo del 2019 (-22,9% a cambi costanti).

Le dinamiche di mercato sono state progressivamente influenzate dall’impatto dell’emergenza COVID-19 e si è registrata una riduzione della domanda mondiale del segmento cappe stimata a -16,9%3 nel primo semestre 2020. Il trend negativo ha impattato tutti i mercati. L’Asia ha registrato un calo del 19,9% e, in tutti i paesi, ad eccezione della Cina, l’impatto più significativo si è registrato a partire dal secondo trimestre 2020, seppur in presenza di uno scenario disomogeneo tra le varie realtà, a seconda dell’integrazione con la value chain globale e dell’efficacia delle misure di contenimento adottate in ciascun paese. La variazione registrata in EMEA (-12,6%) riflette in particolare l’effetto del Q2 2020, con il prolungarsi delle misure di contenimento che ha impattato principalmente Italia, Francia, Spagna e UK. Il mercato americano ha registrato una flessione del -17,4%, con un impatto significativo nel Q2 2020 a causa dell’accelerazione dell’infezione, sia in Nord che in Sud America, con la conseguente riduzione della domanda e degli scambi.

Le vendite a marchi propri hanno evidenziato una riduzione del -19,8% rispetto al primo semestre 2019, determinata in particolare dal calo nel mese di aprile, mentre una rapida ripresa si è registrata a maggio e giugno 2020. Il prodotto Nicola Tesla ha raggiunto l’8% del fatturato totale nel primo semestre 2020 (9% nel 2Q 2020).

Complessivamente si registra anche un aumento dell’incidenza delle vendite a marchi propri sul totale del segmento Cooking che nel 2Q 2020 si attestano al 58% del fatturato (54% nel primo semestre 2020).

I ricavi OEM hanno registrato una riduzione del -30,8% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente (-31% a cambi costanti) che ha riguardato tutti i mercati di riferimento ed è stata determinata in maniera significativa dalla chiusura dello stabilimento messicano per quasi 2 mesi.

Il segmento Motori, che rappresenta il 15% del fatturato totale, è stato penalizzato da un rallentamento della domanda a partire dal mese di marzo, che ha determinato, al 30 giugno 2020, una riduzione del -5,8% rispetto allo stesso periodo del 2019 (-5,6% a cambi costanti).

L’EBITDA normalizzato è pari a 12,2 milioni di Euro in calo del -42,4% rispetto allo stesso periodo 2019 (21,2 milioni di Euro), con un margine sui ricavi del 6,7% rispetto all’8,9% del primo semestre 2019. La riduzione dei volumi è stata parzialmente compensata da un effetto price/mix positivo che, unito alle
efficienze operative sul costo del lavoro e sui costi di SG&A, ha consentito di registrare un EBIT normalizzato sostanzialmente a break-even. Elica ha infatti provveduto tempestivamente alla creazione di gruppi di lavoro e di discussione per informare, decidere, gestire e monitorare le misure necessarie per far
fronte alle conseguenze derivanti dalla pandemia.

L’incidenza degli elementi di natura finanziaria si assesta a -1,9 milioni di Euro in leggera riduzione rispetto a -2,1 milioni di Euro del primo semestre 2019.

Il Risultato Netto normalizzato è negativo per 2,2 milioni di Euro in riduzione rispetto a 4,6 milioni di Euro del primo semestre 2019. Risultato Netto normalizzato di Pertinenza del Gruppo negativo per 4,1 milioni di Euro rispetto a 2,9 milioni di Euro dello stesso periodo 2019. Il risultato positivo delle Minorities pari a 1,8 milioni di Euro, in leggera crescita rispetto a 1,7 milioni di Euro al 30 giugno 2019, riflette principalmente il buon andamento, in particolare, del mercato giapponese dove la crisi legata al COVID-19 si è manifestata successivamente e dell’India grazie alla flessibilità del modello di business.

Il Risultato Netto di Pertinenza del Gruppo è negativo per 4,8 milioni di Euro rispetto a 1,4 milioni di Euro dello stesso periodo del 2019.

Analisi della Gestione Patrimoniale e Finanziaria del gruppo Elica
La Posizione Finanziaria Netta al 30 giugno 2020, al netto dell’effetto IFRS 16 di 10,8 milioni di Euro, è pari a -74,7 milioni di Euro, rispetto ai -62,7 milioni di Euro del 30 giugno 2019 (-47,2 milioni di Euro al 31 dicembre 2019). L’incremento, parzialmente contenuto da una riduzione di Capex di circa il 50%, è
principalmente attribuibile al negativo impatto sul capitale circolante dell’emergenza sanitaria causata dal Covid 19.

L’incidenza del Managerial Working Capital sui ricavi annualizzati si assesta all’11,5% al 30 giugno 2020,
in aumento rispetto al 5,6% al 30 giugno 2019.

Fatti di rilievo al 30 giugno 2020 e successivi
• In data 29 gennaio 2020 ai sensi dell’art. 2.6.2, comma 1, lett. b) del Regolamento dei Mercati Organizzati e Gestiti da Borsa Italiana S.p.A., Elica S.p.A. ha comunicato il proprio Calendario annuale degli eventi societari per l’anno 2020.

• In data 12 febbraio 2020 Elica S.p.A. ha preso atto delle dimissioni del Sig. Davide Croff dalla carica di consigliere di amministrazione indipendente, presentate in data 11 febbraio 2020, con effetto immediato, per “motivi personali che non consentono di continuare a svolgere con il necessario impegno le attività connesse alla carica di consigliere”. Il Sig. Davide Croff, per quanto in conoscenza della Società, non deteneva azioni Elica alla data di cessazione del rapporto.

• In data 13 febbraio 2020 il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A. ha approvato le informazioni periodiche aggiuntive relative al quarto trimestre 2019, redatte secondo i principi contabili internazionali IFRS e i risultati consolidati preconsuntivi 2019.

• In data 12 marzo 2020 il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A. ha approvato i risultati consolidati al 31 dicembre 2019, il Progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2019 – redatti secondo i principi contabili internazionali IFRS – e la Relazione sulla Gestione.

• In data 28 aprile 2020 l’Assemblea degli Azionisti di Elica S.p.A, riunitasi in seduta ordinaria, ha approvato i seguenti punti all’ordine del giorno:

• Bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2019 di Elica S.p.A., la Relazione degli Amministratori sulla Gestione, la Relazione del Collegio Sindacale, la Dichiarazione non Finanziaria e la Relazione della Società di revisione. L’Assemblea dei Soci ha, altresì, preso atto dei risultati consolidati realizzati
nel corso dell’esercizio 2019.

• Determinato in sette il numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione e determinato il relativo compenso; l’Assemblea degli Azionisti ha approvato la proposta del Consiglio di Amministrazione di ridurre da otto a sette il numero dei componenti il Consiglio, adeguando di conseguenza in riduzione il compenso globale lordo loro spettante e confermando la copertura assicurativa come deliberata dall’Assemblea del 27 aprile 2018 per tutta la durata del mandato.

• Nominati i due amministratori proposti dal Consiglio di Amministrazione, Mauro Sacchetto e Giovanni Tamburi che resteranno in carica fino alla data dell’Assemblea convocata per l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2020. Alla Società non risulta che i consiglieri nominati detengano azioni di Elica S.p.A. I curricula vitae degli amministratori nominati sono disponibili sul sito internet https://elica.com/corporation (Sezione Corporate Governance – Altri Documenti).

• Modifica del piano di incentivazione a lungo termine denominato Piano di Phantom Stock & Co-investimento Volontario 2019-2025 nei termini e condizioni indicati nel Documento Informativo aggiornato. La Relazione illustrativa degli Amministratori all’Assemblea degli Azionisti sulla proposta di modifica del Piano di Phantom Stock & Coinvestimento Volontario 2019-2025 e il Documento Informativo aggiornato, redatto in conformità a quanto previsto dall’Allegato 3A, Schema 7 del Regolamento Emittenti, sono stati pubblicati in data 27 marzo 2020 e sono a disposizione del pubblico, presso la sede sociale, nonché presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato 1Info, all’indirizzo www.1info.it e disponibili sul sito internet http://corporation.elica.com
(Sezione Investor Relations – Assemblea Azionisti). In conformità a quanto previsto dall’art. 123 ter, commi 3 bis e 6, del D.Lgs. 58/1998, l’Assemblea
ordinaria degli azionisti di Elica S.p.A., preso atto del relativo contenuto, ha approvato la politica di remunerazione e sui compensi corrisposti e deliberato in senso favorevole sulla seconda sezione della stessa. La relazione è stata depositata in data 27 marzo 2020 ed è a disposizione del pubblico
sul sito internet della Società https://elica.com/corporation (sezione Investor Relations / Assemblea Azionisti), nonché presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato 1Info, all’indirizzo www.1info.it. L’esito della votazione sarà messo a disposizione del pubblico ai sensi e nei termini dell’articolo 125
quater, comma 2, del medesimo decreto.

• In data 28 aprile 2020, il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A., ha confermato la nomina di Mauro Sacchetto quale Amministratore Delegato della Società. Le valutazioni circa la non indipendenza dei Consiglieri Mauro Sacchetto e Giovanni Tamburi, nominati dall’Assemblea dei
soci tenutasi nella medesima data, risultano invariate.

• In data 7 maggio 2020, il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A. ha approvato i risultati consolidati del primo trimestre 2020, redatti secondo i principi contabili internazionali IFRS.

• In data 3 luglio 2020, Elica S.p.A., ha comunicato di aver sottoscritto, in data 29 giugno 2020, un contratto di finanziamento per un importo massimo di 100 milioni di Euro con scadenza finale a 5 anni, su base Club deal con un pool di 5 banche e, in particolare, con Banca IMI S.p.A. e BNL Gruppo BNP Paribas in qualità di banche coordinatrici e Intesa Sanpaolo S.p.A., BNL Gruppo BNP Paribas, Banco BPM S.p.A., Crédit Agricole Italia S.p.A. e UniCredit S.p.A. quali banche finanziatrici. Il finanziamento è principalmente destinato a supportare le esigenze di medio/lungo termine, il parziale rifinanziamento del debito esistente, nonché le dinamiche di capitale circolante e di tesoreria di Elica S.p.A. e delle sue controllate.

• In data 22 luglio Elica ha firmato un accordo transattivo definitivo relativo al procedimento tra Esperança Real S/A, Madson Eletrometalurgica Ltda e la Società stessa. Le cause si riferiscono agli accordi preliminari relativi alla costituzione di una Joint Venture siglati tra Elica Spa e Esperança Real S/A nel settembre del 1999 a cui non si è mai dato seguito. La transazione prevede il pagamento da parte di Elica alle controparti ed ai loro avvocati di complessivi 4,2 milioni di Euro, esclusi eventuali costi processuali ed esclusi i compensi dovuti ai propri avvocati, per la cui definizione la Società ha accantonato in bilancio l’ulteriore importo massimo di 0,6 milioni di Euro. Pertanto l’apposito fondo rischi al 30 giugno 2020 risulta essere pari a 4,8 milioni di Euro, di cui
circa 4 milioni già stanziati tra marzo 2017 e dicembre 2019 e la differenza accantonata nel presente semestre.

***

Gestione emergenza COVID-19
Il COVID-19 ha colpito inizialmente in modo limitato le filiere, ma poi si è trasformata in una pandemia globale che ha costretto più della metà della popolazione mondiale al lockdown. Le misure adottate dai governi per contenere l’espansione del virus hanno rappresentato un doppio shock – sia per l’offerta che per la domanda – e hanno colpito un ampio numero di imprese.

Al fine di fronteggiare in maniera efficace l’emergenza COVID-19, il Gruppo Elica ha immediatamente messo in atto tutte le misure di prevenzione per la tutela dei propri lavoratori e la messa in sicurezza degli stabilimenti e ha istituito un Comitato Crisi finalizzato a monitorare l’evoluzione della situazione. Tale Comitato si riunisce periodicamente e si coordina quotidianamente con il Leadership Team.

La gestione della crisi si basa su tre pilastri fondamentali:
1. Tutelare le persone e la comunità attraverso:
– L’ adozione di tutte le misure di protezione della salute disponibili (protocollo sanitario)
– Lo smart working dalla prima settimana di marzo
– L’assicurazione sanitaria COVID-19 estesa a tutti i dipendenti
– La comunicazione attraverso canali interni ed esterni
– Radio Elica

2. Raggiungere gli obiettivi di business e servire i clienti attraverso:
– L’attuazione di aiuti tecnico-organizzativi per la protezione della salute
– La riorganizzazione delle attività operative e la gestione operativa delle emergenze (adattamento
alle richieste dei clienti e scenario normativo)
– L’attuazione di azioni significative a sostegno dei margini e del miglioramento della liquidità
– Il mantenimento del 100% dell’attenzione su nuovi prodotti chiave e iniziative strategiche

3. Governance forte e impegno ESG attraverso:
– L’analisi delle misure tecnico-organizzative adottate rispetto a quanto definito dalla normativa
applicabile
– L’analisi di possibili impatti rilevanti ai sensi del D.Lgs. 231/01
– Il monitoraggio in tempo reale di potenziali minacce alla sicurezza informatica
La Società dalla prima settimana di marzo 2020 ha operato in smartworking per tutti i dipendenti degli uffici
dislocati a livello globale, riprendendo progressivamente, ove possibile, una parte di lavoro impiegatizio in
presenza.

Dal 23 aprile 2020 Elica ha avviato la riapertura, in modalità graduale, delle fabbriche nelle Marche – di Mergo e Cerreto – per le quali era stata disposta la chiusura a partire dal 24 marzo 2020, a seguito delle restrizioni imposte dal governo con il DPCM del 22 marzo 2020. Lo stabilimento di Castelfidardo (divisione Motori) invece, rientrando nei codici ATECO autorizzati a proseguire la propria attività, non è stato sottoposto a chiusura. Dal 19 aprile è operativo lo stabilimento in Polonia, dal 1 giugno lo stabilimento in Messico, mentre dal 18 maggio è attivo lo stabilimento in India.

***

Prevedibile evoluzione della gestione
Il Gruppo continua un’approfondita attività di monitoraggio sull’andamento della domanda in tutti i mercati in cui opera, al fine di sviluppare il modello di business che darà risultati sia di breve che di lungo periodo.

La Società sta analizzando l’impatto del COVID-19 sul business e la potenziale curva di ripresa della domanda di mercato, che rimangono al momento di difficile previsione. I punti principali sono:

– focus sulle azioni di contenimento dei costi e sulla sostenibilità finanziaria;
– fondamentali solidi per cogliere adeguatamente il potenziale recupero della domanda nella seconda parte
dell’anno.

Il Gruppo ha delineato i pillars della strategia di crescita:

– focus sull’aumento dell’EBITDA margin e sulla generazione dei flussi di cassa;
– aumento del portafoglio e della quota di mercato nel B2C;
– investimenti in ricerca e sviluppo;
– trasformazione del modello di distribuzione;
– espansione della presenza geografica.

Tali azioni sono riconducibili al processo di riorganizzazione interna, che porrà le basi per un’ulteriore accelerazione nel prossimo triennio e ad un forte team manageriale.

***

Dichiarazione ex art. 154-bis, comma secondo, T.U.F.
Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Dottor Giulio Cocci, dichiara ai sensi dell’art. 154-bis, comma secondo, del D.Lgs. n.58/98, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

***

Inoltre, in linea con quanto previsto dall’Avviso di Borsa Italiana n. 8342 del 6 Maggio 2013 e all’art. 6.P.2 del Codice di Autodisciplina, e con quanto deliberato dall’Assemblea degli Azionisti in data 28 aprile 2020 relativamente al Piano di Phantom Stock & Coinvestimento Volontario 2019-2025, il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A., in data odierna, ha identificato nuovi Beneficiari del ciclo di piano 2020-2022, nonché i relativi obiettivi in termini di performance.

Il Documento Informativo aggiornato è disponibile sul sito internet http://corporation.elica.com sezione Investor Relations/Assemblea Azionisti, a cui si rimanda per una dettagliata descrizione del Piano, nonché presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato 1info.

Le informazioni riguardanti i destinatari e il numero dei diritti rispettivamente attribuiti sono riportati nella tabella allegata, redatta in conformità al Quadro 1, Schema n. 7 dell’Allegato 3A del Regolamento Emittenti.

***

Il Gruppo Elica, attivo nel mercato delle cappe e piani cottura aspiranti da cucina sin dagli anni ’70, presieduto da Francesco Casoli e guidato da Mauro Sacchetto, è oggi leader mondiale in termini di unità vendute. Vanta inoltre una posizione di leadership a livello europeo nella progettazione, produzione e
commercializzazione di motori elettrici per cappe e per caldaie da riscaldamento. Con circa 3.700 dipendenti, il Gruppo Elica ha una piattaforma produttiva articolata in sette siti produttivi, tra Italia, Polonia, Messico, India e Cina. Lunga esperienza nel settore, grande attenzione al design, ricercatezza dei materiali e tecnologie avanzate che garantiscono massima efficienza e riduzione dei consumi, sono gli elementi che contraddistinguono il Gruppo Elica sul mercato e che hanno consentito all’azienda di rivoluzionare l’immagine tradizionale delle cappe da cucina: non più semplici accessori ma oggetti dal design unico in grado di migliorare la qualità della vita.

***

Per ulteriori informazioni:
Investor Relations Elica S.p.A.:
Giulio Cocci – Group Chief Financial Officer
Francesca Cocco – Lerxi Consulting – Investor Relations
Tel: +39 (0)732 610 4205
E-mail: investor-relations@elica.com

Ufficio Stampa Elica S.p.A.:
Gabriele Patassi – Press Office Manager
Mob: +39 340 1759399
E-mail: g.patassi@elica.com

Image Building:
Tel: +39 02 89011300
E-mail: elica@imagebuilding.it